NEWS 2015

 

ARTISTI IN PIAZZA

A Pennabilli, con il patrocinio del Ministero Italiano per la Cultura, la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Rimini e il Comune di Pennabilli, dal 29 maggio al 2 giugno si è svolta la 19ma edizione del Festival Internazionale dell’Arte in Strada, al quale hanno partecipato oltre 200 artisti per 60 compagnie internazionali. Il Festival, conosciuto come uno dei principali Festival dell’Arte di Strada ha avuto un’affluenza di circa 40.000 persone, ripetendo il successo dei Festival precedenti. (Pierangela Chiesa)

ROBERTO PINNA: UN ARTISTA INTERNAZINALE

Da disegnatore di cravatte e foulards e poi assistente prodotto per le linee mare di Ferrè e Diane Von Furstenberg Roberto Pinna è diventato ora un’artista di fama internazionale utilizzando il corpo femminile come mezzo espressivo. Le sue figure sono realistiche rappresentazioni delle forme femminili poste in un limbo d’infinite possibilità. Con lo stesso criterio reralizza i pezzi unici della linea mare di Individuals.

 

UNA GONDOLA PRONTA ALL’ATTACCO

Dal 9 maggio al 9 luglio lo Squero San Tommaso di Venezia ospiterà un’enorme gondola di 11 metri armata, corazzata e sovrastata da un cannone. Questo è il primo dei tre eventi che chiuderanno il percorso di ricerca di Cristiano Carotti, in occasione della sua personale “Waterloove” alla galleria al Blu di Prussia, di Napoli, dove a fine anno si terrà la mostra conclusiva della rassegna “Waterloove .2.0”(Pierangela Chiesa)

 

I CULTI DELLA TERRA

In occasione di EXPO 2015 dal 23 aprile (fino all’11 ottobre) il Colosseo ospita una grande mostra “Terrantica. Volti, miti e immagini della terra nel mondo antico”,dedicata ai culti della terra dalla preistoria all’età imperiale. La mostra consente una riflessione sulla forza della terra tra umano e divino attraverso 75 opere, statue, vasi, rilievi, tutti reperti antichi che parlano della sacralità e della magia della terra, (Pierangela Chiesa)

 

LA CITTA’ IRREALE

In concomitanza con l’esposizione Internazionale d’Arte di Venezia e con l’EXPO 2015 di Milano, la Galleria dell’Accademia di Venezia ha realizzato la mostra “Mario Merz. Città irreale”, che durerà fino al 20 settembre. La mostra, realizzata a cura di Bartolomeo Pietromarchi, vuole rendere omaggio all’oper< di merz, inportante aetista del secondo Novecento, e ripercorre la carriera del Maestro, grande personalità artistica del nostro secolo. Organizzata in senso cronologico La mostra permette al visitatore di percorrere tutto lo sviluppo della personalità dell’artista (Pierangela Chiesa).

 

FASCINO E MITO DEL CINQUECENTO

“Il fascino e il mito dell’Italia dal Cinquecento al Contemporaneo” è il titolo della mostra che fino al 6 settembre è ospitata alla Villa Reale di Monza. Sono esposti non solo capolavori dal ‘500 al ‘900, ma anche opere di importanti artisti stranieri,che mettono in evidenza il ruolo che ha avuto l’Italia come “maestra dell’arte”. La mostra è stata realizzata con la collaborazione di trenta musei stranieri e quaranta italiani,che hanno fornito ben 120 opere (Pierangela Chiesa)

 

L’IMPRESSIONISMO IN ITALIA

Si è aperta il 26 marzo (fino al 28 giugno) a Milano alla Galleria GAMMAnzoni (via Manzoni, 45) la mostra “da Boldini a Segantini. Riflessi dell’Impressionismo in Italia”. La mostra, curata da Enzo Savoia e Francesco Luigi Maspes, presenta 35 opere alcune delle quali non sono mai state esposte a Milano. L’esposizione è stata organizzata come evento, in occasione dell’EXPO, dedicato all’eccellenza della pittura italiana del XIX sec. Ci sono opere dei più celebri maestri quali Segantini, Fattori, Corbelli, Induno, Mosè Bianchi, Favretto, Ciardi, Boldini, De Nittis, Signorini, Zandomeneghi, Fontanesi e Mancini. Sono esposti anche quadri che mai prima d’ora visibili dal grande pubblico, quali Alpe di Maggio di Segantini, La Lettera di Zandomeneghi, e Via di Ravenna di Signorini. L’esposizione è aperta da martedì a domenica e il catalogo è curato da GAMManzoni edizioni.(Pierangela Chiesa)

 

“POMPEI E L’EUROPA”

Dall’inizio degli scavi, nel 1748, fino al bombardamento del 1943, gli scavi di Pompei hanno esercitato un grande fascino sugli artisti europei. E’ per questa ragione che, in occasione dell’EXPO di Milano, è stata organizzata presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e nell’Anfiteatro degli scavi di Pompei dal 27 giugno al 2 novembre la mostra “Pompei e l’Europa – 1748 – 1943”, curata da Massimo Osanna, Maria Teresa Caracciolo e Luigi Gallo, esposizione che raccoglie più di 250 opere tra reperti antichi e capolavori moderni, articolata come un vero viaggio nel tempo (Pierangela Chiesa).

 

IL PREMIO LISSONE 1946 – 1967

A settant’anni dalla prima edizione il Museo d’Arte Contemporanea di Lissone inaugura il 24 maggio p.v.(fino al 1° novembre) una mostra che ripercorre la storia del premio Lissone, evento che ha seguito l’evoluzione del linguaggio creativo di grandi artisti del Novecento, quali Emilio Vedova, Antonio Tapies, Mattia Moreni, Ennio Morlotti, Karel Appel, Luis Feito, Mario Schifani e altri ancora. Oltre alle opere esposte, la mostra presenta documenti, carteggi, manifesti, foto e disegni inediti, che testimoniano l’importanza del premio Lissone, Accompagna la mostra un ampio catalogo, curato da Alberto Panchetta ed edito da MAC. (Pierangela Chiesa)

 

L’IRAN DELLE DONNE VISTA DA UNA DONNA

Dal 23 aprile al 21 giugno 2015 le “Officine dell’Immagine” di Milano ospitano la mostra “The Others Me”, curata da Silvia Carelli, mostra personale di Shadi Garidian, grande fotografa iraniana, che, con i suoi scatti racconta le condizioni attuali della donna in Iran, lo scontro fra la modernità e le tradizioni che tuttora sussistono, e i ricordi dei conflitti che hanno insanguinato il Paese. Le foto della Garidian, esposte anche nei più prestigiosi musei del mondo, testimoniano le tante contraddizioni che caratterizzano l’Iran moderno (Pierangela Chiesa).

 

IL MONDO DEL DESIGN AL MUSEO POLDI PEZZOLI

E’ curata da Beppe Finessi la mostra che si è aperta il 1° aprile ( sino al 4 maggio) al Museo Poldi Pezzoli di Milano “Geografie”. E’ dedicata al tema della rappresentazione geografica, della cartografia del pianeta,delle mappe e dei mappamondi. Le opere sono di alcuni grandi maestri contemporanei, quali Carol Rama, Muchelangelo Pistoletto, Giosetta Fioroni, Alighiero Boetti. Completa la mostra un volume edito da Corraini Edizioni. (Pierangela Chiesa).

 

PRESENZA- ASSENZA

Presenza-Assenza è il titolo della mostra curata da Aristocratic, in occasione di Expo 2015, che ha luogo a Milano, dall’11 al 13 aprile nella nuova cornice di The Mail, a Porta Nuova. In questa mostra, che vuole essere un dialogo continuo fra antico e contemporaneo, sono presenti opere di Michele Alassio, Davide Bramante e Ronald Martinez. Mentre Alassio riesce a trasformare un vecchio mulino in un luogo magico circondato da una natura lussureggiante, Bramante sovrappone l’antico e il moderno di Roma in una visione altamente poetica. Martinez, infine, punta sulla nudità del corpo femminile, guardando a Tiziano, Veronese e Caravaggio. E’ una mostra che porta il visitatore a compiere un viaggio tra sceneri classici e naturali fino ai nostri giorni (Pierangela Chiesa)

 

SI RIAPRE LA CAMAERA DEGLI SPOSI

Venerd’ 13 febbraio sono stati presentati a Mantova dalla Sopraintendente Giovanna Paolazzi Strozzi due eventi di paticolare interesse: la rossima riapertura, il 3 aprile p.v., della Camera degli Sposi al Castello di San Giorgio, affrescata da Andrea Mantegna, e l’esposizione straordinaria della collezione Romano Freddi, che raccoglie dipinti, bozzetti maioliche, armi, arredi e manufatti delle collezioni gonzaghesche. Inoltre, fino al 31 agosto saranno esposte 15 importanti ceramiche del museo di Palazzo Ducale, che affiancheranno quelle cinque-seicentesche del Museo.
(Pierangela Chiesa)

 

ESCHER A BOLOGNA

Nel nuovo spazio espositivo di Palazzo Albergati – Art Experience di Bologna dal 12 marzo al 19 luglio Arthemisia Group con il patrocinio del Comune di Bologna e con la collaborazione della Fondazione Escher presenta la mostra “Escher”, curata da Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea. La mostra arriva a Bologna dopo il grande successo di Roma, con oltre 250.000 visitatori.

 

UNA MOSTRA ECCEZIONALE CELEBRA L’ETA’ D’ORO DI MILANO

Durante il periodo dell’Expo 2015 Milano celebra un momento di grande importanza per la sua storia, quello delle signorie delle famiglie Visconti e Sforza. La mostra “Arte Lombarda. Dai Visconti agli Sforza. Milano al centro dell’Europa”( a Palazzo reale), curata da Mauro Natale e Serena Romano, realizzata sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e coprodotta da Palazzo Reale, Skira Editore e UniCredit, quale main partner. La mostra, che si è aperta il 12 marzo e resterà fino al 28 giugno, raccoglie dipinti e sculture, vetrate di chiese, documenti, miniature, manoscritti e sculture provenienti dai più importanti musei di tutto il mondo. Con questo evento si vogliono celebrare i tre secolo in cui Milano divenne una delle più ricche e potenti città italiane, dove lavorarono architetti e pittori famosi. Sono esposi circa 250 pezzi, che raccontano le vicende storiche di questo periodo, pieno di fascino e di mistero. Per le scuole e i gruppi di visitatori saranno organizzate visite guidate. Per ogni informazione rivolgersi al n. 0288453314 (Pierangela Chiesa)

 

CHAGALL A ROMA

E’ arrivata a Roma il 14 marzo u.s. una mostra interamente dedicata a Marc Chagall.

Sede della mostra,che durerà fino al 20 luglio, è il Chiostro del Bramante. La mostra, curata da Ronit Sorek, percorre tutta la vita dell’artista e mette in evidenza l’immagine che Chagall voleva dare di se stesso davanti al tema dell’Olocausto (Pierangela Chiesa)

 

TORINO OSPITA TAMARA DE LEMPICKA

Curata da Gioia Mori, ricca di 100 opere divise in sezioni tematiche, la mostra “Tamara de Lempicka” è in corso a Palazzo Chiablese di Torino fino al 30 agosto 2015.Per il pubblico è questa un’occasione per conoscere le opere e la vita di questa famosissima artista, che trascorse la sua vita fra l’Europa e l’America, creando capolavori oggi universalmente riconosciuti (Pierangela Chiesa)


 

A PAVIA CAPOLAVORI ECCEZIONALI

Vengono dal continente africano i capolavori esposti alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia dal 21 marzo al 19 luglio 2015 nella mostra“Capolavori della Johannesburg Art Gallery”. L’esposizione presenta opere di Degas,Gabriel Rossetti, Corot, Alma Tadema, Van Gogh, Gauguin, Mancini, Signac, Picasso, Bacon, Lichtenstein e Warhol. Realizzata da VIDI con la collaborazione del Comune di Pavia e della Johannesburg Art Gallery, con la consulenza scientifica di Simona Bartolena, la mostra non solo presenta un’ampia panoramica di capolavori ma permette anche di conoscere la storia di Lady Florence Philips, organizzatrice del grande museo di Johannesburg Art Gallery (Pierangela Chiesa)

 

RIAPRE IL MJSEO DEL VETRO DI MURANO

Con spazi espositivi raddoppiati, due ascensori, il recupero di una parte delle ex Conterie riapre, dal 9 febbraio, il Museo del Vetro di Murano. Il museo, che raccoglie esemplari di vetro dall’epoca romana fino ai nostri giorni, è stato restaurato con il finanziamento del fondo di Sviluppo Regionale dell’Unione Europea e con l’intervento del Comune di Venezia. Fra le molte opere eccezionali qui esposte spicca la Coppa Barovier (1470/80) e parecchi vetri antichi rinvenuti negli scavi di Enona, Asseria e Zara (Pierangela Chiesa)


 

IL DOGANIERE NELL’APPARTAMENTO DEL DOGE

Oltre un centinaio di opere di Henri Rousseau, detto il Doganiere, saranno esposte a Venezia dal 6 marzo al 5 luglio a Palazzo Ducale, nell’appartamento del Doge. La mostra “Il candore arcaico” è nata da un’idea di Gabriella Belli e di Guy Cogeval e realizzata con la collaborazione di Laurence des Cars e Claire Bernardi e vuole collocare nella giusta luce critica e storiografica l’opera di questo Maestro, figura centrale della cultura europea fra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900. (Pierangela Chiesa).

 

LE DONNE DI FEDERICO

Dal 2 al 9 aprile, nell’antico quartiere delle ceramiche di Grottaglie (Taranto) in una grotta scavata a mano nel 1200, si terrà la mostra “le Donne di Federico”, che raccoglie 22 statue di Domenico Pinto. Sono figure di donna, in terracotta invetriata con lustrini e oro zecchino, che rappresentano le mogli di Federico II di Svevia, la madre e le sue amanti. Hanno figure lunghe e nobili, quasi fossero divinità, ed evocano i fasti della corte sveva in terra di Puglia. Domenico Pinto riesce, quindi, con le sue ceramiche a raccontarci momenti storici della tradizione locale (Pierangela Chiesa)

 

QUANDO LA MODA E’ ARTE

C’è una relazione artistica fra le creazioni di Ottavio e Rosita Missoni e i più noti esponenti dell’arte contemporanea. La mostra “Missoni. L’arte e il Colore”, curata da Luciano Caramel e Emma Zanella, che s’inaugura il 19 aprile (fino all’8 novembre) al MA”GA di Gallarate vuole mettere in evidenza questa particolare caratteristica di uno fra i più geniali creatori di moda dei nostri anni. (Pierangela Chiesa)

 

A BOLOGNA UNA MOSTRA RETROSPETTIVA

Nella ricorrenza di dieci anni dalla morte di Luciano Minguzzi la galleria Maurizio Nobile di Bologna (via Santo Stefano 19/A) ha organizzato una mostra retrospettiva (20 gennaio- 28 febbraio), curata da Laura Marchesini, Luca Minguzzi e Maurizio Nobile, di disegni e sculture dell’artista. Minguzzi è il più importante scultore bolognese del ‘900 e le circa 50 opere esposte provengono da prestigiose collezioni private e dai più famosi musei di tutto il mondo. L’evento, realizzato con il patrocinio di Ascom e della Fondazione Luciano Minguzzi di Milano, permette di conoscere anche alcune sculture che l’artista non aveva mai voluto esporre (Pierangela Chiesa)

 

UNA MOSTRA PER UNA DONNA ECCELSA

E’ stata veramente una donna eccezionale Luisa Casati Stampa, alla quale è dedicata la mostra “Arte e Vita di Luisa Casati  tra Simbolismo e Futurismo” a Palazzo Fortuny, a Venezia, aperta fino all’8 marzo. Ricchissima, bizzarra, condusse una vita vorticosa fra Parigi, Saint Moritz, Roma e Venezia fino a quando incontrò D’Annunzio e divenne la sua musa. La mostra, curata da Fabio Benzi e da Gioia Mori, riunisce più di un centinaio di dipinti, disegni, gioielli, sculture, fotografie e abiti che ricostruiscono la vita della Divina Marchesa. Dilapidata la sua fortuna in feste grandiose, emigrò poi a Londra dove morì povera, nel 1957. Le opere esposte, tutte di artisti famosi, provengono da musei di tutto il mondo (Pierangela Chiesa)

 

UNA PRIMA MONDIALE

Per celebrare EXPO 2015 con un’operazione culturale di alto livello, la Fondazione Comunità Bergamasca e Sacho spa – aeroporto Orio al Serio - hanno allestito la prima mostra antologica, curata da Giovanni C.F.Villa, dedicata a Jacopo Negretti conosciuto come Palma il Vecchio “Palma il Vecchio – Lo sguardo della bellezza”. Le opere, provenienti dai più grandi Musei d’Europa e dagli Stati Uniti saranno esposte nella Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo dal 13 marzo al 21 giugno 2015.Si potrà così ammirare anche le opere meno conosciute di questo grandissimo artista, autore eccelso di ritratti femminili e di sacre conversazioni. La mostra, realizzata con il patrocinio del Mibact, del Ministero delle politiche agricole, della Regione Lombardia e della Diocesi di Bergamo, ha come scopo anche la valorizzazione di Bergamo, una piccola ma bellissima città italiana (Pierangela Chiesa)

 

EXPO2015 NON SOLO CIBO

Anche l’arte sarà una grande protagonista dell’Expo 2015. Infatti, per questa occasione sarà organizzata alla Villa Reale di Monza, dal 21 aprile 2015 al 6 settembre, una grande mostra :”Italia. Fascino e Mito. Dal cinquecento al contemporaneo”. Che vuole dimostrare come il nostro Paese sia sempre stato fonte di attrazione e di ispirazione per i più importanti artisti stranieri. Il progetto è stato realizzato a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo con il sostegno della Regione Lombardia ed ha raccolto una serie di opere esemplari provenienti dai più importanti Musei d’Italia, Europa e America. Scopo principale di questo evento è dimostrare come i grandi artisti stranieri abbiano assunto a modello i maestri italiani, quali Botticelli, Correggio, Michelangelo, Tiziano, Pompeo Batoni e Canova. Sede della mostra sarà la Villa Reale di Monza, realizzata nel 1777 dall’architetto Giuseppe Piermarini, per l’occasione accuratamente restaurata e completamente riaperta al pubblico quale straordinario centro espositivo di livello internazionale. La mostra sarà divisa in quattro sezioni: il Cinquecento – Il mito dell’Italia del Seicento e del Settecento – dal Neoclassicismo al Simbolismo – il Novecento e il Duemila”. (Pierangela Chiesa)

 

KALLISTE A ROMA

Scopo della visita a Roma è stata la mostra di Memling, che abbiamo visitato con la guida, attenta e intelligente, del direttore artistico Giovanni Morale. Ma non solo. Nelle lunghe passeggiate per le vie della città abbiamo avuto occasione di vedere alcune fra le chiese più importanti, sempre illustrate dalle parole di Giovanni Morale. E fra un “pezzo” e l’altro di cultura non sono mancate le occasioni conviviali che hanno reso la gita ancora più piacevole e allegra.(Pierangela Chiesa)

 

A FIRENZE DUE MOSTRE ECCEZIONALI

Si è inaugurata il 20 dicembre (fino al 1° febbraio) nelle Sale delle Reali Poste della Galleria degli Uffizi una straodinaria esposizione del ciclo “I mai visti”, che presenta 81 icone di proprietà della Galleria, che costituiscono la più antica collezione di icone russe esistenti al di fuori del mondo ortodosso. I due esemplari più antichi, che provengono dalla collezione di Casa Medici, risalgono fra la fine del XVI sec. e l’inizio del XVII. L’esposizione è divisa in tre sezioni: le tavole che hanno il tema di Cristo, quelle della Madre di Dio, e quelle dei Santi del credo ortodosso. Sono tutte opere che attestano il raffinato gusto collezionistico dei membri di casa Medici (Pierangela Chiesa)

Raccoglie i pezzi più preziosi della collezione la mostra “I Tesori della Fondazione Buccellati”, inaugurata il 2 dicembre (fino al 22 febbraio) nelle Sale del Museo degli Argenti di Palazzo Pitti. Sono esposte oltre 100 opere di arte orafa, create da Mario e Gianmaria Buccellati, che hanno affascinato membri di case reali, pontefici e uomini di cultura. E’ esposto anche un bracciale in argento e lapislazzuli contenuto in un astuccio firmato da d’Annunzio, che era amico di famiglia, e una collana d’oro con un berillo e rubini offerta a Eleonora Duse. Bellissima anche la “Coppa dell’Amore”, con Venere e tre cupidi, straordinario lo “Scrigno Mediceo”, il primo oggetto realizzato da Gianmaria Buccellati per la sua collezione. Non meno notevoli il “Cratere delle Muse” e tutta la serie degli “Oggetti Preziosi”. (Pierangela Chiesa)

 

Documenti

CLICCA SULLA VOCE D'INTERESSE PER SCARICARE IL DOCUMENTO.

Kalliste Arte
Seguici su